Endoscopia

GESTIONE COMPLESSIVA DELL'UNITA' DI ENDOSCOPIA DELLE vIE AEREE SUPERIORI

Un ambulatorio medico e ancor di più una sala endoscopica sono considerati ambiente lavorativo a rischio biologico. È necessario dunque considerare ogni paziente come potenziale portatore di una malattia infettiva trasmissibile, mantenendo un livello di attenzione costante ed adottando sempre le norme preventive di igiene, disinfezione e sterilizzazione, ed indossando i mezzi barriera protettivi personali. Viene inoltre adottata una scheda clinica che raccoglie le notizie anamnestiche del paziente, da compilare in occasione della prima visita e aggiornata ad ogni visita successiva, finalizzata a verificare eventuali necessità di maggiori protezioni nei suoi confronti, relative a riduzione delle difese immunitarie. Per quanto riguarda le attrezzature necessarie per ogni paziente occorre:
• Predisporre gli strumenti necessari prima della seduta clinica su un apposito vassoio in modo da aprire il meno possibile, a visita in corso, cassetti ed armadi per non rischiare così di contaminare materiale e strumenti che potranno essere necessari per i pazienti successivi;
• Proteggere i vassoi che contengono gli strumenti con teli monouso, da sostituire dopo ogni paziente;
• Proteggere la poltrona della visita con telino monouso;
• Utilizzare, quanto più possibile, materiali e strumenti monouso e considerare quelli non monouso come monopaziente, quindi da disinfettare e sterilizzare dopo ogni utilizzo;
• Evitare di toccare con guanti contaminati le varie suppellettili dell’ambulatorio, i cassetti e tutto il loro contenuto, gli strumenti e le apparecchiature puliti;
• Provvedere alla disinfezione delle apparecchiature e dello strumentario non autoclavabili utilizzati durante la visita (per esempio l’otomicroscopio)
• Procedere alla detersione e alla disinfezione delle superfici presenti nell’ambulatorio;
• Predisporre il contenitore per la decontaminazione dello strumentario;
• Gettare negli appositi contenitori tutto il materiale monouso utilizzato durante la seduta;
• Predisporre il contenitore per la raccolta di rifiuti infetti ed il contenitore antiforatura per la raccolta degli strumenti acuminati
I rifiuti sanitari vengono posti all’interno di idonei contenitori a norma CE forniti dalla ditta che provvede poi al ritiro, come da contratto. Quotidianamente le superfici vengono deterse e disinfettate con “detergente e disinfettante per ambienti Germo”. Per quanto riguarda le altre aree del poliambulatorio provvediamo quotidianamente all’asportazione di polvere e residui con la scopa elettrostatica, asportiamo la polvere da superfici e arredi e suppellettili con l’ausilio di garze umidificate infine laviamo i pavimenti con detergente-disinfettante per ambienti Germo. Settimanalmente, oltre alle operazioni sopra descritte, eseguiamo la pulizia dei vetri. Mensilmente, oltre a tutte le operazioni sopra descritte, eseguiamo la pulizia di pareti e porte.
Per quanto riguarda i bagni si procede alla pulizia disinfezione quotidiana di superfici, lavabo e wc. Settimanalmente si utilizza un prodotto disincrostante per il wc.
corridoio ambulatorio

GESTIRE LO STRUMENTARIO ENDOSCOPICO DESTINATO AI PAZIENTI DEL NOSTRO CENTRO

Decontaminazione
I dispositivi medici e gli articoli sanitari pluriuso, dopo essere stati utilizzati vengono trattati tramite immersione per un minimo di 5 minuti in soluzione disinfettante ottenuta con Medster 2000 (acido peracetico: vedi scheda tecnica allegata) diluita allo 0,1%.
Detersione
I dispositivi medici dopo essere stati decontaminati vengono lavati con acqua calda e i residui organici vengono allontanati con un apposito spazzolino in nylon. Si procede quindi al risciacquo con acqua corrente e ad asciugatura con un panno monouso.
Sterilizzazione
I dispositivi detersi ed asciugati vanno quindi confezionati in buste autosaldanti, dotate di indicatori di avvenuta sterilizzazione, e sottoposti a ciclo di sterilizzazione in autoclave (ciclo a 134°C per materiale resistente alle alte temperature, ciclo a 121°C per materiale plastico o dispositivi in gomma).

LA SALA DI ENDOSCOPIA INTERVENTISTICA

A lungo l’endoscopia ambulatoriale delle VADS (vie aereo digestive superiori) è stata considerata semplice appendice alla visita ORL. Questo ha probabilmente impedito la crescita sistematica di servizi di endoscopia delle VADS come invece è avvenuto per altre specialità (endoscopia digestiva, broncoscopia… etc). Oggi l’endoscopia ambulatoriale, grazie alle numerose possibilità di impiego, è diventata un esame insostituibile. Da qui la necessità di esplicitare che oggigiorno esiste una realtà rappresentata dall’organizzazione di veri ambulatori di endoscopia ORL. 
La nostra sala endoscopica è attrezzata con colonna endoscopica (monitor, videocamera, fonte luce bianca e stroboscopica e sistema di archiviazione immagini) lettino operatorio, carrello per le urgenze e defibrillatore per consentire in emergenza eventuali manovre rianimatorie. Disponiamo di duplice aspiratore chirurgico, di elettrobisturi e bisturi a radiofrequenza utilizzato per la chirurgia mininvasiva dei turbinati inferiori, del palato molle e delle tonsille palatine.
L’ambiente risulta ben appartato ed isolato con adeguata illuminazione e arieggiamento, presenta pareti e pavimenti lavabili, lavandino e piani di lavoro. Come il resto dei locali del nostro Centro è dotata di impiantistica perfettamente rispondente ai requisiti di legge. Nella sala endosopica trovano posto anche un tavolino servitore, sedili per gli operatori e un microscopio chirurgico. Un ambiente vicino consente la collocazione dell’impianto di sterilizzazione e lo stoccaggio dei Kit sterili. Grazie a questa strumentazione siamo in grado di garantire una gestione a 360° delle problematiche flogistiche, disfunzionali e di lesioni precancerose delle VADS.

Come si struttura l'Unità di Endoscopia e Fisiopatologia Respiratoria

Nella nostra Unità di Endoscopia e Fisiopatologia delle Vie Aeree Superiori eseguiamo indagini endoscopiche supportate da una vasta possibilità di accertamenti strumentali sia di tipo funzionale che radiologico indirizzati ad una sempre più precisa diagnosi e corretta terapia. Eseguiamo inizialmente una valutazione clinica indirizzando i pazienti più complessi ad un successivo studio svolto durante la mattinata e comprensivo di tutti gli accertamenti necessari al raggiungimento della diagnosi finale. Chiamiamo questo step diagnostico Day Office. Siamo in grado di seguire dal punto di vista diagnostico-strumentale il paziente a 360°. Il Day Office si svolge la mattina e comporta un minimo impiego di tempo (circa 30 minuti). Il paziente potrà tranquillamente andare al lavoro senza perdere la propria giornata. Alla sera verrà rivisto per la consegna dei risultati e la discussione della terapia.

Endoscopia VADS



Otoendoscopia
Endoscopia Nasale
Endoscopia Laringea
Endoscopia dinamica per studio della deglutizione
Videolaringostroboscopia
Endoscopia pediatrica
Endoscopia Interventistica

Fisiopatologia Respiratoria


Citologia Nasale
Rinomanometria
Olfattometria
Spirometria
Polisonnografia

Radiologia 




Massiccio Facciale
Rocche petrose
Dental Scan
TC 3D Vie Aeree Superiori
Risponderemo alle vostre domande all'indirizzo mail info@otorinocremona.it
Share by: